Come sfruttare al massimo un impianto fotovoltaico esistente

Oggi vi mostriamo un intervento realizzato tempo fa, sperando che questo periodo di pausa obbligata permetta a tutti di programmare il prossimo futuro.

Hai realizzato negli anni scorsi un impianto fotovoltaico e ti sei accorto di avere una percentuale di autoconsumo troppo bassa? Stai immettendo troppa corrente elettrica in rete non ottimizzando la produzione del tuo impianto?

Illustriamo brevemente le possibilità che hai di massimizzare il tuo risparmio energetico ed il tempo di rientro del tuo investimento.

Un nostro cliente aveva un impianto fotovoltaico “sovradimensionato” rispetto ai propri consumi ed utilizzava per il riscaldamento una caldaia a gas metano che alimentava un impianto radiante a pavimento. La stessa caldaia era utilizzata anche per la produzione istantanea di ACS.

L’intervento di riqualificazione ha riguardato la sostituzione della caldaia con 2 pompe di calore elettriche “splittate” con un puffer per il riscaldamento dell’impianto radiante ed uno scaldacqua in pompa di calore per la produzione di ACS, usufruendo per entrambi dello “sconto termico” di circa 8.000 €.

Inoltre sono stati montati appositi “contatori di energia” in grado di comunicare alle pompe di calore quando la produzione di energia dal fotovoltaico è in eccesso rispetto a quella consumata dalle altre utenze. In questo modo, queste ultime si attivano, lavorando ad una temperatura più elevata e concentrando il calore nel puffer e nel bollitore di ACS nei momenti di maggior produzione, evitando di richiedere energia elettrica alla rete.

Utilizzando fonti di energia gratuite presenti in natura, l’utilizzo di energia elettrica da parte delle pompe di calore è molto più contenuto rispetto a quello di ogni altro sistema di riscaldamento.

Pensa che per ogni kWh di energia elettrica, vengono prodotti fino a 3-5 kWh di energia termica e fino al 40% di risparmio sui costi di gestione rispetto alle migliori caldaie a condensazione.

Vuoi saperne di più sul fotovoltaico per capire qual è la soluzione migliore per la tua abitazione? Contattaci e saremo lieti di trovare anche per te la soluzione più efficiente per la tua abitazione, usufruendo del massimo degli incentivi 😉

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *